06 992 680 52

Calcolare l'ovulazione

Se hai difficoltà a raggiungere la gravidanza, potresti calcolare l'ovulazione per accrescere le probabilità di rimanere incinta. Infatti durante il ciclo femminile ci sono alcuni giorni in cui ci sono maggiori probabilità di concepire rispetto alla norma. Conoscere il periodo fertile per rimanere incinta diventa quindi fondamentale e può accelerare le tue possibilità di avere un bambino.

Perché calcolare l'ovulazione

Ogni mese si verifica un rilascio della cellula uovo da parte delle ovaie durante il ciclo femminile. Si tratta di un momento di fondamentale importanza se si vuole concepire in quanto solo all’interno di questo intervallo di tempo (che dura circa 24 ore) può avvenire la fecondazione dell’ovulo da parte degli spermatozoi. Tuttavia ogni donna ha il proprio ciclo mestruale e quindi calcolare l'ovulazione diventa un procedimento più complesso di quel che si pensa. E’ comunque possibile capire il periodo fertile per rimanere incinta attraverso alcune tecniche. Ma prima è opportuno vedere come funziona il ciclo femminile.

Come funziona il ciclo femminile.

Non è cosi facile calcolare l'ovulazione poiché un ciclo femminile ha una durata diversa da donna e donna. Inoltre le irregolarità sono davvero numerose e questo non fa altro che rendere ancora più incerto calcolare l'ovulazione. Generalmente la durata media di un ciclo femminile è di 28 giorni ed è composto da 3 fasi:

  • Fase follicolare (o preovulatoria): ha una durata di circa 14 giorni e in questo lasso di tempo un solo follicolo diventa ovocita;
  • Fase ovulatoria: dura solamente 24 ore. L’ovocita viene liberato dal follicolo e aspetta una possibile fecondazione nelle tube di Falloppio.
  • Fase luteale (o postovulatoria): dura circa 14 giorni circa. Il follicolo diventa corpo luteo e produce il progesterone, che prepara la mucosa uterina a ricevere l’eventuale embrione fecondato. Se la fecondazione non avviene, c’è l’espulsione dell’ovulo tramite le mestruazioni.

calcolare l'ovulazione è quindi essenziale per raggiungere la gravidanza in tempi brevi. Com’è possibile quindi conoscere il periodo fertile per rimanere incinta?

Come calcolare l'ovulazione: teorie a riguardo

Esistono numerose teorie che si pongono come la soluzione ideale per calcolare l'ovulazione. In molti casi questi metodi sono generici e non prendono in seria considerazione le specificità di ogni donna. Ad esempio, una possibilità è capire il periodo fertile per rimanere incinta attraverso il metodo Ogino-Knaus. Questa teoria assume 28 giorni come durata del ciclo femminile. In realtà questa è soltanto la durata media del ciclo e risulta pertanto poco affidabile nella maggior parte dei casi.

Un'altra teoria molto conosciuta per calcolare l'ovulazione è quella di Billings. Detto anche metodo del muco cervicale in quanto è stato riscontrato che le variazioni ormonali si riflettono sui cambiamenti del muco e sono quindi utili per individuare il periodo fertile per rimanere incinta. Infatti, quando il muco diventa particolarmente chiaro si verifica la fase ovulatoria.

Questa analisi è senza dubbio più soggettiva ma non è semplice da attuare né i risultati sono sempre semplici da decifrare. Quali sono allora le altre possibilità per calcolare l'ovulazione in maniera più efficace?

Calcolare l'ovulazione con prodotti specifici

Negli anni recenti sono stati creati diversi prodotti che si pongono come utili strumenti per calcolare l'ovulazione. Fanno affidamento sul livello di estrogeno poiché studi hanno dimostrato che la quantità di questo ormone tende a salire in concomitanza dell’espulsione dell’ovocita dalle ovaie.

Ad esempio conoscere il periodo fertile per rimanere incinta attraverso il test Maybe Baby è oggi possibile. Grazie ad un prodotto semplice da utilizzare e basato sulla raccolta di un piccolo campione di saliva, permette la conoscenza dei giorni più fertili.

Calcolare l'ovulazione diventa quindi estremamente facile, economico e a portata di tutti attraverso questi test.

Devi essere maggiorenne per visitare questo sito. Questi prodotti non sono intesi per diagnosticare, trattare, curare o prevenire alcuna malattia. Clicca qui per consultare il disclaimer completo.